Bando Voucher digitali 4.0 – adesioni aperte fino al 15 Luglio 2019

Le PMI delle (ex) province di Udine e Pordenone possono presentare domanda sul Bando Voucher digitali 4.0 (edizione 2019), che concede contributi a fondo perduto, in regime “de minimis”, per acquisti/consulenza/formazione nel settore dell’ICT.

Beneficiari
Le imprese, le cooperative e i consorzi, che rientrino nella definizione di micro, piccola e media impresa (si veda per la definizione e lo schema di dettaglio la pag. 4, nota 2 del Bando) secondo la normativa comunitaria, con sede e/o unità locale destinataria dell’investimento nella provincia di Pordenone – Udine, iscritte al Registro delle Imprese della Camera di Commercio di Pordenone – Udine, ed in possesso dei requisiti previsti dal Bando all’art. 5, ovvero:
a) iscritte al Registro Imprese della CCIAA di Pordenone – Udine e attive;
b) in regola con il pagamento del diritto camerale, ove previsto;
c) non in stato di scioglimento o liquidazione volontaria e non sottoposte a procedure concorsuali, quali fallimento, liquidazione coatta amministrativa, concordato preventivo, amministrazione controllata o
straordinaria;
d) in regola con il regime “de minimis”;
e) che rispettano, ai sensi dell’art. 73 della Legge Regionale 5 dicembre 2003, n. 18 la normativa vigente in tema di sicurezza sul lavoro;
f) che rispettano le condizioni previste da DL 95/2012 art 4 comma 61, come convertito dalla L 135/2012;
g) non destinatarie di sanzioni interdittive ai sensi dell’articolo 9, comma 2, del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231 (Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e
delle associazioni anche prive di personalità giuridica, a norma dell’articolo 11 della legge 29 settembre 2000, n. 300).

Iniziative ammissibili
Sono ammissibili a finanziamento esclusivamente:
1. le spese sostenute per l’acquisizione di servizi di consulenza relativi ad una o più tecnologie tra quelle previste dal Bando;
2. le spese sostenute per l’acquisizione di percorsi di formazione con durata minima di 40 ore, esclusivamente se essa riguarda una o più tecnologie tra quelle previste dall’art. 3, comma 2, Elenco 1 del Bando;
3. acquisto di beni e servizi strumentali, nel limite massimo del 50% delle spese ammissibili, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti di cui all’art. 3, comma 2.
Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale 4.0 ricompresi nel presente Bando sono:
 Elenco 1: utilizzo delle tecnologie di cui agli allegati A e B della legge 11 dicembre 2016, n. 232 e s.m.i. inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi e, specificamente:
o soluzioni per la manifattura avanzata;
o manifattura additiva;
o soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa del e nell’ambiente reale (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
o simulazione;
o integrazione verticale e orizzontale;
o Industrial Internet e IoT;
o cloud;
o cybersicurezza e business continuity;
o big data e analytics;
o soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain e della gestione delle relazioni con i diversi attori (es. sistemi che abilitano soluzioni di Drop Shipping, di “azzeramento di magazzino” e di “just in time”);
o software, piattaforme e applicazioni digitali a supporto dei diversi processi aziendali (comunicazione intra-impresa, impresa-campo con integrazione telematica dei dispositivi on- field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field; incluse attività connesse a sistemi informativi e gestionali – ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.- e progettazione ed utilizzo di tecnologie di tracciamento (RFID, barcode, ecc).
 Elenco 2: utilizzo di altre tecnologie digitali propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1, e secondo quanto previsto nel “Piano di innovazione digitale dell’impresa”:
o sistemi di e-commerce;
o sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
o sistemi EDI, electronic data interchange;
o geolocalizzazione;
o tecnologie per l’in-store customer experience;
o system integration applicata all’automazione dei processi.
N.B. Sono ammissibili esclusivamente le spese sostenute – fatturate e pagate – dall’impresa beneficiaria, giustificate da fatture o da documenti probatori equivalenti regolarmente emessi agli effetti fiscali, pagati nel rispetto della normativa vigente, nonché debitamente quietanzati, a PARTIRE DAL 01/01/2019 ed entro il termine massimo previsto per la rendicontazione.

Contributi
L’agevolazione concedibile per ciascuna domanda consiste in un contributo a fondo perduto, in conto capitale sulle spese (ammissibili e sostenute) fino a una percentuale massima del 70% e precisamente:
 Voucher “A” dell’importo di Euro 5.000,00 (al lordo delle ritenute di legge) a fronte di una spesa minima ammissibile a finanziamento pari ad Euro 7.142,86, IVA esclusa, regolarmente fatturata;
 Voucher “B” dell’importo di Euro 10.000,00 (al lordo delle ritenute di legge) a fronte di una spesa minima ammissibile a finanziamento pari ad Euro 14.285,72, IVA esclusa, regolarmente fatturata.
N.B. Il contributo concesso con il presente bando non è cumulabile con altri interventi agevolativi ottenuti per le stesse iniziative e le medesime spese.

Procedure e termini
Procedura: i contributi sono concessi, secondo il procedimento valutativo a sportello, secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande fino a esaurimento dei fondi.
Termini: le imprese interessate presentano la domanda di contributo, completa di marca da bollo, redatta su apposito modello, compilata in tutte le sue parti e comprensiva degli allegati previsti dal Bando, alla CCIAA di Pordenone – Udine.
La domanda dovrà essere presentata: a partire dalle ore 08:00:00 del 10 aprile 2019 ed entro le ore 21:00:00 del 15 luglio 2019
ed esclusivamente con la seguente modalità per posta elettronica certificata (PEC), in conformità alle norme vigenti in materia inoltrata esclusivamente ai seguenti indirizzi:
 per le imprese con sede destinataria dell’investimento nella ex provincia di Udine: contributi.ud@pec.pnud.camcom.it;
 per le imprese con sede destinataria dell’investimento nella ex provincia di Pordenone: cciaa@pn.legalmail.camcom.it.
La domanda si considera validamente inviata se:
 inviata da casella di posta elettronica certificata;
 firmata in originale, successivamente scannerizzata, ed inviata tramite PEC unitamente ad un documento d’identità del legale rappresentante in corso di validità;
oppure
 sottoscritta con firma digitale del legale rappresentante e corredata dalla documentazione richiesta.
N.B. 1 Non è ammessa la trasmissione di più domande di contributo con un unico invio di Posta Elettronica Certificata (PEC).
N.B. 2 La data e ora di inoltro della domanda sono determinati dalla data e ora del messaggio trasmesso a mezzo posta elettronica certificata (PEC), con in allegato la domanda di contributo, attestate dai dati di certificazione del messaggio, che sono documentati e certificati dal gestore del sistema PEC dell’ente camerale all’ente medesimo.

Riferimenti normativi
Determina del Presidente della CCIAA di Pordenone – Udine n. 17 del 04/04/2019.

Contatto per info
CCIAA di Pordenone – Udine:
 per le cooperative con Udine sede destinataria dell’”investimento”, tel. 0432/273539 – 273560, e-mail: nuovaimpresa@ud.camcom.it, Martina Urbani.
 per le cooperative di Pordenone, tel. 0434/381623 – 381611 – 381627, e-mail: agevolazioni@pn.camcom.it, Cinzia Piva.
Confcooperative Udine, dott. Stefano Chiandetti, chiandetti.s@confcooperative.it, 340/3857217

 

Bando_voucher-allegato